Come scegliere una arricciacapelli

Come scegliere un arricciacapelli

L’arricciacapelli è l’accessorio ideale per chi ama la creatività, e desidera inventare spesso nuove acconciature fantasiose e glamour. Si tratta di uno strumento che, grazie all’azione del calore, riesce a offrire ottime performance di styling, con la possibilità di scegliere tra tantissimi modelli, dai più semplici ed essenziali, ai più sofisticati, adatti anche per un utilizzo professionale. In ogni caso, è un dispositivo di dimensioni abbastanza ridotte, che spesso è dotato di accessori da viaggio, quali possono essere il cavo con attacco per l’accendisigari dell’auto, il guanto termico e la borsa per il trasporto. I dettagli da valutare, prima di procedere all’acquisto, sono in prevalenza l’ergonomia, la possibilità di impostare la temperatura preferita, il diamentro del “ferro” vero e proprio, o la presenza di accessori di diametro differente, e il materiale.

Il materiale è da considerarsi la caratteristica più importante, in quanto determina le performance dell’apparecchio, la leggerezza, la tenuta della temperatura e la rapidità di utilizzo, poiché in base alla conducibilità termica è spesso possibile effettuare la piega con un unico passaggio. I materiali più utilizzati attualmente sono la ceramica, l’acciaio, il titanio e il teflon, anche se l’acciaio era più diffuso in passato: infatti, pur offrendo una lunga resistenza nel tempo, dimostra lo svantaggio di sviluppare un calore eccessivo, con il rischio di bruciare i capelli. La ceramica offre un calore uniforme e modulabile, un’azione delicata e si adatta a capelli fragili e sottili, il titanio è resistente e garantisce un’eccellente conducibilità termica, il teflon può raggiungere facilmente alte temperatura e scivola facilmente sui capelli, permettendo un utilizzo rapido.

Per quanto riguarda il diametro e la forma, l’arricciacapelli, di base, può essere cilindrico o conico, oppure con forme specifiche: a spirale, a spazzola o altro, per permettere di avvolgervi i capelli con facilità, realizzando acconciature creative e originali. I ferri più sottili, la cui misura non supera i 13 centimetri, sono perfetti per riccioli fitti e scolpiti, le versioni più grosse, 25 centimetri e oltre, per ampi boccoli e onde morbide. In commercio è possibile trovare anche le spazzole modellanti ad aria calda, nate per consentire di asciugare i capelli e al contempo realizzare l’acconciatura: sono ottime, ma necessitano di una certa esperienza e manualità, e comunque non permettono di ottenere la definizione di un arricciacapelli tradizionale. Per quanto riguarda le differenze con una classica piastra, anche quest’ultima permette, in alcuni casi, di realizzare uno styling mosso, ma si tratta di modelli professionali e leggermente complicati da utilizzare, inoltre, per ottenere riccioli perfettamente definiti e molto fitti, l’arricciacapelli rimane indispensabile.

I costi per questo accessorio sono molto variabili, si parte da poche decine di euro fino a cifre più elevate, relative a modelli destinati anche ad un contesto professionale, è comunque sempre preferibile orientarsi verso uno strumento di alta qualità, che garantisca la possibilità di impostare la temperatura ideale, la conducibilità termica del materiale, la leggerezza e la praticità. Un’alternativa più semplice, anche se meno performante, può essere costituita sia dalla spazzola modellante che dai bigodini termici.

Vai al negozio